News

Equilibratura gomme e assetto ruote: tutte le differenze

Quando si parla di interventi meccanici sul proprio mezzo di trasporto, è comune e frequente ritrovarsi a parlare di equilibratura gomme (detta anche bilanciatura delle gomme) e assetto ruote. Tuttavia ci siamo accorti che la differenza tra i due interventi nonché le diverse azioni che ciascuno comporta è ancora poco chiara.

È ovvio che entrambi sono fondamentali per la stabilità dell’auto e di conseguenza per una guida sicura sulle strade. Ma comprendere ed essere consapevoli sin dall’inizio che si tratta di due operazioni molto diverse tra loro permette di individuare correttamente quando è necessario attuare un intervento invece che un altro in funzione delle reali necessità del proprio veicolo.

Per aiutarvi allora a fare un po’ di chiarezza sull’argomento, noi di Codeghini Auto abbiamo pensato di dedicare l’approfondimento che segue ai temi dell’equilibratura gomme e dell’assetto ruote: cosa sono, quali differenze li caratterizzano, quando e perché programmare un intervento oppure un altro.

Siete pronti? Partiamo!

 

SOMMARIO:

Equilibratura gomme e assetto ruote: tutte le differenze

Bilanciatura delle gomme auto: in cosa consiste e come riconoscerla

Assetto ruote: sapere cos’è per non confonderlo con la convergenza delle ruote

Codeghini Auto: costo convergenza gomme ed equilibratura

 

Bilanciatura delle gomme auto: in cosa consiste e come riconoscerla

Con una frase concisa e diretta possiamo dire che bilanciare gli pneumatici è necessario per avere un comfort di guida e una sicurezza su strada sempre ai massimi livelli.

Inutile negare infatti che quando ci si prepara per un viaggio, breve o lungo che sia, è fondamentale avere una vettura in piena efficienza dal punto di vista meccanico. Ed è altrettanto fondamentale controllare regolarmente il corretto funzionamento degli pneumatici.

Diciamo quindi che l’equilibratura delle gomme serve proprio a questo. Ma procediamo per ordine, facendo chiarezza su cosa consiste la bilanciatura, su quando eseguirla e sui vantaggi che comporta.

Assetto ruote convergenza gomme, quando farla

·       Che cos’è la bilanciatura delle gomme auto?

Partiamo proprio dagli inizi: quello che chiamiamo equilibratura gomme o, in alternativa bilanciatura delle gomme, altro non è che un intervento necessario a riassettare l’asse di rotazione dello pneumatico. In altre parole, un intervento che mira a rendere omogenea la rotazione degli pneumatici a qualunque velocità. Si parla dunque di mancanza di equilibrio e le cause scatenanti possono essere diverse:

  • difetti di lavorazione
  • mancata omogeneità dei materiali di costruzione
  • deformazione dei cerchi causata da urti e buche

La presenza di uno o contemporaneamente di più di uno di questi fattori genera degli squilibri (in questo caso parliamo proprio di squilibrio delle ruote) che, a determinate velocità, producono vibrazioni poco piacevoli.

In linea generale, più sarà elevata la velocità del veicolo, più sarà pericolosa la guida poiché aumenta il rischio di un’usura precoce degli organi meccanici e delle sospensioni. Tipiche conseguenze di uno squilibrio delle ruote non attenzionato sono l’allentamento di viti, dadi, bulloni e così via.

Come o da cosa capire che si è resa necessaria una bilanciatura delle gomme auto? Notando innanzitutto la presenza di vibrazioni anomale del veicolo: durante la guida, l’auto tenderà a spostarsi verso destra o verso sinistra senza che siano state effettuate manovre. Ulteriori segnali di uno squilibrio delle ruote sono:

  • l’usura irregolare degli pneumatici
  • il consumo eccessivo di carburante

·       Quando eseguire l’equilibratura gomme e gli attrezzi del mestiere

Il controllo sulla bilanciatura delle gomme è solitamente programmato a ogni cambio gomme. Diciamo pure che è un controllo che gioca d’anticipo: non si aspetta di ritrovarsi nel mezzo di un improvviso squilibrio delle ruote avvertendo vibrazioni o un’usura errata degli pneumatici ma si cerca di prevenire questi possibili effetti collaterali.

Chiaramente l’equilibratura delle gomme non è un intervento che un automobilista può eseguire da sé ma è necessario rivolgersi a un gommista di fiducia. Gli strumenti impiegati dai professionisti per sopperire alla mancanza di un’adeguata bilanciatura servono per agire direttamente sull’asse di rotazione del pneumatico e quindi sul cerchione, eliminando la differenza della distribuzione del peso.

Nella pratica questi strumenti verificano proprio quanto è squilibrato l’asse di rotazione del pneumatico rispetto alla massa della gomma. Le attrezzature usate simulano quindi le prestazioni dell’auto misurando la rotazione degli pneumatici. In alcuni casi viene effettuata un’equilibratura elettronica tale per cui non risulta necessario che le gomme vengano rimosse dall’auto.

In altre occasioni, invece, si utilizzano dei contrappesi, posti all’interno o all’esterno del cerchione, per riportare la giusta distribuzione delle masse. In linea generale è consigliabile anche eseguire un controllo periodico in quanto l’usura degli pneumatici va a variare l’uniformità del peso raggiunta con l’equilibratura originale.

·       I vantaggi dell’equilibratura delle ruote anteriori e posteriori

La perdita di equilibratura può essere influenzata da diverse cause quali:

  • regolare usura dello pneumatico: nulla di strano anzi, è piuttosto normale che sia così dal momento che non sempre il peso della vettura si distribuisce in maniera uniforme sul battistrada della gomma che quindi comincerà a deformarsi
  • comportamento scorretto di chi guida: può capitare, per esempio, di parcheggiare di lato con due gomme sul marciapiede e situazioni come questa, banali all’apparenza, in realtà incidono molto sull’equilibratura delle gomme
  • urti frequenti e “violenti” con il marciapiede: molto frequenti, lo sappiamo bene, e altrettanto pericolosi per la bilanciatura delle gomme auto

Da questi presupposti è facile dedurre l’importanza e i vantaggi sia economici sia in termini di sicurezza di una periodica bilanciatura delle gomme:

  • ridurre gli stress del motore: le vibrazioni si ripercuotono anche sulle parti rotatorie e ne aumentano il carico di lavoro
  • attenuare il rumore: per interrompere quel fastidioso rumore che compare durante l’accelerazione
  • aumentare il comfort di guida: guidare è bello, soprattutto senza rumori, e con un’auto perfettamente efficiente è ancora meglio
  • migliorare l’efficienza dell’auto: in assenza di squilibrio delle ruote, tutte le parti e i componenti del veicolo lavorano in sintonia

 

Assetto ruote: sapere cos’è per non confonderlo con la convergenza delle ruote

Equilibratura e assetto ruote

Passiamo adesso al tema dell’assetto ruote che, come già introdotto, è spesso confuso con l’equilibratura delle gomme sebbene si tratti di due interventi differenti e soprattutto con due funzioni diverse. Ma diciamo anche che l’assetto delle ruote è confuso altrettanto facilmente con la convergenza delle ruote, eppure si tratta di nuovo di due interventi meccanici differenti l’uno dall’altro.

Proviamo dunque a fare un po’ di chiarezza.

·       Assetto delle ruote: ecco di cosa si parla

La prima domanda a cui rispondere è questa: che cos’è l’assetto delle ruote? Consiste in una serie di regolazioni da apportare alla vettura con lo scopo di migliorarne il rendimento su un determinato tracciato, come ad esempio una pista o una strada aperta alla circolazione pubblica.

Per comprendere meglio questo concetto, prendiamo in riferimento lo pneumatico come punto di contatto tra il veicolo e il manto stradale. Si è soliti pensare che una buona tenuta di strada dipenda principalmente dalle condizioni della gomma e dalla loro posizione di perpendicolarità rispetto alla strada stessa.

Se è vera la prima condizione in termini generali, non lo è altrettanto la seconda anzi: è indispensabile che gli pneumatici mantengano specifiche angolazioni (definite dal produttore) rispetto al manto stradale quando seguono le varie direzioni e traiettorie impostate dal guidatore.

Eccolo qui il concetto centrale dell’assetto ruote: è la registrazione di tutti gli angoli geometrici delle ruote. Possiamo quindi dire che l’assetto:

  • influisce profondamente la dinamica di un veicolo
  • coinvolge le principali componenti di un’automobile, proprio come gli pneumatici e l’impianto frenante

·       I 3 angoli “caratteristici” delle ruote anteriori e posteriori

Abbiamo detto che l’assetto delle ruote ha a che fare con angoli “caratteristici” delle ruote anteriori e posteriori grazie ai quali le sospensioni aderiranno sull’asfalto in maniera corretta, anche durante le sollecitazioni e specialmente in curva, offrendo in questo modo la perfetta direzionalità del mezzo di trasporto.

L’assetto è quindi l’insieme di questi angoli appena citati a cui si aggiungono le regolazioni di quelle strutture che collegano le ruote all’auto, ovvero le sospensioni. L’assetto e i suoi componenti devono essere oggetto di un’attenta manutenzione e di controlli periodici, soprattutto in riferimento a veicoli particolarmente potenti e veloci che dispongono di molle e sospensioni sportive e di pneumatici ad alte prestazioni.

Ma quali sono questi tre angoli “caratteristici” delle gomme che ne influenzano l’assetto? Eccoli qui:

  • la convergenza: è il più noto e registrabile sull’asse anteriore nella stragrande maggioranza dei veicoli ed è l’angolo formato sul piano orizzontale dalle direttrici delle ruote; l’errata regolazione della convergenza provoca solitamente un disallineamento del volante durante la marcia (si parla infatti di volante storto) e il consumo anomalo degli pneumatici localizzato sul lato interno o sul lato esterno. La mancata convergenza provoca inoltre un aumento dei consumi del carburante proprio perché gli pneumatici “strisciano” anziché rotolare.
  • la campanatura o camber: è il secondo angolo formato sul piano verticale dell’asse di inclinazione laterale della ruota e incide fortemente sia sulla tenuta del veicolo in curva sia sull’usura regolare degli pneumatici.
  • l’angolo di incidenza: è il terzo angolo formato tra la verticale e l’asse di rotazione degli pneumatici; questo angolo è spesso responsabile delle derive a destra o sinistra dei veicoli e soprattutto è quello che favorisce il riallineamento dell’asse anteriore dopo aver sterzato.

In sostanza, un assetto ottimale che, ricordiamolo ancora una volta non è sinonimo di equilibratura delle gomme o di convergenza delle gomme, ottimizza il comportamento della vettura durante le fasi più critiche della guida come le curve, le frenate e le accelerazioni. In più garantisce funzionalità fondamentali come il ritorno del volante dopo aver effettuato una svolta.

·       Come individuare un problema all’assetto

Si può partire da un “semplice” controllo visivo delle ruote anteriori e posteriori: se queste sfoggiano un livello di usura irregolare, è probabile che l’angolazione della ruota potrebbe essersi alterata, magari come conseguenza dell’inciampo in una buca.

In tali circostanze, il campanello d’allarme sul possibile squilibrio delle ruote deve accendersi e stimolare l’intervento per riportare l’assetto ai valori standard. Un altro elemento da tenere sotto controllo è l’eventuale presenza di vibrazioni anomale del volante che, al pari dell’equilibratura delle gomme, è sinonimo di problemi nella maggior parte dei casi.

Appurato ciò, il successivo passo da compiere è rivolgersi a un gommista o a un meccanico specializzato per programmare tutti i controlli di rito.

 

Codeghini Auto: costo convergenza gomme ed equilibratura

costo convergenza gomme ed equilibratura

L’autofficina Codeghini offre diversi servizi dedicati alla cura e alla manutenzione dei propri veicoli: dal controllo e revisione auto al cambio delle gomme invernali ed estive alla vendita degli pneumatici. Inoltre, Codeghini Auto è rivenditore specializzato Suzuki e officina Opel a Milano sud.

Un assortimento di interventi efficienti e di qualità grazie alla presenza di un team altamente professionale che oltre a essere in grado di risolvere qualunque esigenza posta dal cliente, si offre di consigliare i migliori interventi e prodotti volti a garantire un’assoluta sicurezza del veicolo.

Codeghini Auto si propone anche come gommista a Melegnano verificando, anche durante il cambio gomme, che l’equilibratura delle gomme sia consona e che l’assetto ruote sia adeguato per assicurare la giusta stabilità. L’autofficina propone un costo per la convergenza gomme che non risulti troppo elevato, così da andare incontro a diverse condizioni ed esigenze. La qualità, comunque, rimane al primo posto, poiché la sicurezza dei propri clienti rappresenta una priorità.

Se la tua auto presenta problemi di vibrazioni o tende da un lato di direzione significa che è ora di porre rimedio. Vieni a trovarci a Vizzolo Predabissi (Melegnano), a Milano sud: in tempi brevi risolveremo qualunque deficit presente rispetto al corretto assetto delle ruote, proponendo un prezzo per l’equilibratura delle gomme vantaggioso.