News

Come funzionerà il blocco delle auto a Milano dal 2019

La crescente sensibilità verso la questione dell’inquinamento sta spingendo sempre più sindaci a prendere provvedimenti. Già da qualche anno fioriscono le domeniche a piedi e i blocchi dei veicoli più inquinanti. Il blocco auto a Milano che partirà negli ultimi giorni del 2019 si preannuncia rivoluzionario, però.

Dal 21 gennaio 2019, 37 milioni di veicoli dovranno sparire dalle strade milanesi. L’obiettivo è togliere pian piano dalla circolazione tutte le auto diesel più vecchie, favorendo i motori ibridi e a gas. Inutile dirlo, la novità ha creato molti malumori tra chi si trova costretto a cambiare auto. Ciononostante, può essere l’occasione per scegliere una nuova macchina amica dell’ambiente. Una macchina a prova di blocchi auto.

Il blocco delle auto oggi

Milano non è nuova ai blocchi auto, anzi. La posizione della città, la quantità di abitanti e di emissioni inquinanti, l’assenza di vento sono tutte cose che peggiorano la qualità dell’aria. I blocchi sono un modo per agire sull’unico fattore che si può controllare almeno in parte.

L’attuale blocco della auto a Milano riguarda i veicoli: Euro 0 benzina e diesel, Euro 1 diesel; Euro 2 diesel.

Le limitazioni sono attive tutto l’anno, dal lunedì al venerdì dalle ore 7.30 alle ore 19.30. In questi periodi, le auto di cui sopra non possono circolare né a Milano né nei Comuni di Fascia 1 e Fascia 2. I Comuni interessati già oggi dai blocchi sono quindi 570 in tutta la Lombardia. Da ottobre 2018 è però scattato un nuovo divieto.

Dal 1° ottobre al 31 marzo di ogni anno, le auto Euro 3 diesel non possono circolare da lunedì a venerdì, dalle ore 7.30 alle ore 19.30. La limitazione tocca Milano, i 209 Comuni di Fascia 1 e i Comuni di Fascia 2 con più di 30.000 abitanti. Un’ulteriore misura restrittiva, che ha preparato il campo a quella che inizierà a fine gennaio 2019.

Il blocco delle auto da gennaio 2019

Dati i blocchi già esistenti, in molti si sono rivolti alle officine autorizzate Opel di Milano e provincia per comprare un’auto meno inquinante. Chi non l’ha già fatto, ha ricevuto una gran brutta sorpresa all’arrivo dell’anno nuovo.

La nuova Area B copre circa il 72% del territorio di Milano e comprende il 97,6% della popolazione residente. A partire dal 21 gennaio 2019, la zona sarà off limits per le auto benzina Euro 0 e le auto diesel da Euro 0 a Euro 3. Dal lunedì al venerdì, dalla mattina fino alla sera, 186 telecamere si accerteranno che nessun veicolo inquinante passi.

Quello di gennaio sarà solo il primo blocco auto a Milano del 2019. Da ottobre 2019 il divieto scatterà infatti anche per le auto diesel Euro 4, dando un’ulteriore stretta ai veicoli inquinanti oggi in circolazione. La Giunta milanese ha però pensato anche a un piano di aiuti per gli automobilisti rimasti a piedi.

Il Comune stanzierà un pacchetto da 7 milioni di euro di incentivi per le imprese, destinati all’acquisto di auto elettriche, ibride, a GPL e metano. I beneficiari troveranno una vasta scelta di veicoli poco inquinanti presso l’officina Suzuki di Milano Codeghini Auto. Ad esempio, la Gamma Suzuki Hybrid promette di superare indenne ancora molti blocchi del traffico. Il merito è del motore ibrido, che produce una quantità minima di emissioni.

Quali benefici porterà il blocco?

Il Comune di Milano ha intenzione di eliminare tutti i veicoli diesel entro il 2030, così da ridurre l’impatto delle polveri sottili sull’ambiente e sulla salute. Già nel 2019 ci dovrebbe essere un calo delle emissioni di Pm10 attorno al 14%, che diventerà del 24% nel 2020 e del 21% nel 2021. Entro il 2026, si stima una riduzione totale di 25 tonnellate di Pm10 e di 1.500 tonnellate di ossidi di azoto. Tra il 2023 e il 2026 il NoX calerà dell’11% ogni anno.

Bloccare le auto inquinanti solo a Milano basta? Aiuta, ma i blocchi nelle aree circostanti sono essenziali. Il traffico automobilistico milanese causa infatti circa il 40% delle emissioni nocive presente nell’atmosfera. Il resto proviene dalle città limitrofe, a causa del cosiddetto “effetto camino”: l’aria di Milano è più calda e attira l’aria tiepida proveniente da fuori. Insieme all’aria si spostano anche le polveri inquinanti, che si accumulano nella grande città.

Nonostante molti abbiano preso male il provvedimento, il progressivo blocco delle auto più inquinanti è solo benefico per la comunità. Puntare su veicoli poco inquinanti, alimentati a elettricità o gas, può aiutare sia te sia la città in cui vivi. Da una parte contribuirai al benessere della collettività.

Codeghini Auto, specializzato Suzuki a Milano

Se stai cercando un’auto ibrida che ti accompagni ancora per molti anni, fai visita all’officina  Codeghini Auto. Troverai i veicoli della Gamma Suzuki Hybrid, pronti ad accompagnarti ovunque tu voglia ancora per molti anni. Non temere, però: la scelta è ancora più ampia.

Codeghini Auto è anche un’officina Opel di Milano. Se le ibride di Suzuki non ti convincono, esplora l’offerta della casa automobilistica tedesca e scopri che cosa ti riserva. L’importante è agire presto: vinci i blocchi auto e viaggia dove vuoi e quando vuoi.

Se vuoi saperne di più su tutti i servizi di vendita e noleggio, contatta Codeghini Auto