News

Bonus e incentivi auto elettrica 2021: il futuro dell’Italia

Già in passato, sempre qui all’interno della nostra sezione notizie, abbiamo trattato il tema dell’auto elettrica, soffermandoci sui possibili benefici, tanto a livello personale ed economico quanto a livello mondale, derivanti dal principio di funzionamento dell’auto elettrica e quindi dalla scelta di preferire l’acquisto di un’auto elettrica alle altre forme di alimentazione disponibili sul mercato.

Oggi invece, con questo approfondimento, vogliamo concentrarci sull’Italia chiedendoci ed esaminando qual è il futuro dell’auto elettrica nel nostro Belpaese.

A tal proposito c’è da dire che le immatricolazioni di veicoli ibridi sono aumentate negli ultimi anni. E questo fa sperare non solo in un maggiore apprezzamento da parte dei consumatori delle potenzialità del veicolo elettrico, ma anche in un domani sempre più verde e in una maggiore salvaguardia della salute ambientale.

Quali sono quindi le news più recenti sull’auto elettrica? Come si sta muovendo l’Italia e quali sono le prospettive?

Vediamolo insieme, parlando anche del bonus auto elettrica 2021. E poi diamo un’occhiata alle ultime novità in materia delle officine Suzuki di Milano di cui Codeghini Auto è rivenditore specializzato.

 

Sommario:

Bonus e incentivi auto elettrica 2021: il futuro dell’Italia

L’attenzione al veicolo elettrico in Italia e lo Smart Mobility Report 2020

Germania in Europa e Cina nel Mondo: ecco i Paesi più virtuosi sull’uso dell’auto elettrica

Quale sarà lo sviluppo futuro del veicolo elettrico in Italia?

Bonus auto elettrica 2021: ecco cosa sapere

Stazione di ricarica auto elettrica: cosa cambierà?

Le novità ibride in casa Suzuki sulle automobili a zero emissioni

Codeghini Auto, punto di riferimento per l’auto elettrica (e non solo)

 

L’attenzione al veicolo elettrico in Italia e lo Smart Mobility Report 2020

Si chiama Smart Mobility Report ed è una fotografia dello stato attuale dell’auto elettrica in Italia. L’ultima edizione, quella del 2020, si è aperta proprio con il confronto con gli operatori del settore per individuare percorsi e proposte per il futuro della nuova mobilità nel nostro Paese.

Dall’analisi dei primi dati raccolti, è emersa fin da subito la crescita della mobilità con automobili a zero emissioni, fondamentali per ridurre lo smog e anche per affrontare i cambiamenti sociali imposti dall’emergenza sanitaria. Tuttavia sembra che le immatricolazioni di automobili a zero emissioni siano concentrate prevalentemente nel Nord Italia.

È quindi come se, nel nostro Belpaese, una mobilità più sostenibile sia possibile sebbene si consolidi un divario tra regioni del Nord e Sud.

Concentriamoci per il momento sul Nord Italia. I numeri raccolti dal report mostrano quindi un aumento di immatricolazioni e incentivi nel 2019:

  • ben 17.065 auto elettriche, registrando un +78% tra il 2018 e il 2019, soprattutto grazie agli incentivi sull’auto elettrica in vigore da aprile 2019 e all’ incremento dell’offerta di modelli elettrificati per l’acquisto di un’auto elettrica
  • ben 10.566 auto BEV, più che raddoppiate rispetto al 2018, e 6.499 auto PHEV, +42% rispetto al 2018

Un trend davvero molto positivo, non c’è che dire. Confermato anche dalle case automobilistiche.

Un esempio fra tutti, Volkswagen Group Italia, che ha dichiarato un +113% rispetto al 2018 per le vetture BEV e un +30% per le PHEV, ponendo l’attenzione su di un trend che è continuato anche nel 2020 nonostante la contrazione delle immatricolazioni dovute al blocco da Covid-19. E, soprattutto, nonostante l’Italia abbia approvato gli incentivi sull’auto elettrica in ritardo rispetto agli altri Paesi europei.

Considerando poi la distribuzione delle immatricolazioni di auto elettriche registrate nel 2019 per zona geografica si nota come:

  • nel Nord Italia sono state immatricolate oltre 12.000 auto elettriche (sia BEV sia PHEV), corrispondenti a quasi il 70% delle immatricolazioni totali registrate in Italia;
  • nel Centro Italia sono state immatricolate oltre 4.000 auto elettriche (sia BEV sia PHEV), corrispondenti a oltre il 24% delle immatricolazioni totali registrate in Italia;
  • nel Sud Italia e nelle isole maggiori sono state immatricolate oltre 1.000 auto elettriche (sia BEV sia PHEV), corrispondenti a meno del 6% delle immatricolazioni totali registrate in Italia.

Germania in Europa e Cina nel Mondo: ecco i Paesi più virtuosi sull’uso dell’auto elettrica

Secondo quanto dichiarato sempre dal Smart Mobility Report 2020, sono loro gli Stati più virtuosi per quanto riguarda l’adozione del veicolo elettrico.

In testa alla classifica dei Paesi in cui l’attenzione alle automobili a zero emissioni è più forte troviamo la Cina con quasi 1,2 milioni di veicoli immatricolati nel 2019. A seguire:

  • in seconda posizione, l’Europa con quasi 600mila unità
  • al terzo posto, gli Stati Uniti con quasi 320mila auto elettriche

Infine, a notevole distanza, il Giappone con 44mila immatricolazioni e un calo del 16% rispetto al 2018.

Soffermandoci sull’Europa, la Germania conquista il podio con oltre 100.000 immatricolazioni di automobili a zero emissioni, pari al +60% rispetto al 2018. A seguire:

  • Norvegia, con quasi 80mila auto elettriche immatricolate (+9% rispetto al 2018)
  • Gran Bretagna, con oltre 72mila registrazioni (+21% rispetto al 2018)
  • Olanda, con quasi 67mila (+146%)
  • Francia, con oltre 61mila immatricolazioni (+34%)

Quale sarà lo sviluppo futuro del veicolo elettrico in Italia?

Tre gli scenari ipotizzati durante il convegno che ha illustrato il report:

  • lo scenario base prevede che l’adozione dell’auto elettrica non superi i 3,5 milioni di veicoli circolanti al 2030, con il picco della quota di mercato delle nuove immatricolazioni proprio in quell’anno (33% del totale)
  • lo scenario di sviluppo moderato prevede invece che i veicoli elettrici raggiungeranno il 25% di quota di mercato già nel 2025, per arrivare al 55% nel 2030
  • lo scenario di sviluppo accelerato ipotizza invece che nel 2025 i modelli di auto elettrica totalizzino una quota di mercato pari al 32%, per un totale di quasi 2 milioni di veicoli

Concludendo, nel 2030 l’acquisto di auto elettrica e la relativa immatricolazione si attesteranno intorno al 65%, raggiungendo circa 7 milioni di unità (quasi il 20% del circolante totale).

Bonus auto elettrica 2021: ecco cosa sapere

Bonus auto elettrica 2021 ecco cosa sapere

Anche per l’anno in corso è stato rinnovato dal Ministero dello Sviluppo Economico il bonus auto elettrica 2021, con validità dal 18 gennaio, per l’acquisto di moto, veicoli commerciali e automobili a zero emissioni per oltre 700 milioni di euro.

I contributi per gli incentivi provengono dalla Legge di Bilancio, dal Decreto Legge Rilancio 2020, dal Decreto Legge Agosto 2020 e dal fondo automotive della Legge di Bilancio 2021. Le categorie di veicolo per cui è possibile avere un incentivo con questo bonus sono:

  • L1, per veicoli a due ruote con motore di cilindrata non superiore a 50 cm3
  • M1, per veicoli destinati al trasporto di persone, con massimo 8 posti a sedere oltre al sedile del conducente
  • N1, per veicoli destinati al trasporto di merci, con massa massima non superiore a 3,5 t

Gli incentivi per l’auto elettrica sono inoltre distinti in funzione della fascia di emissione:

·       Veicoli con emissioni comprese tra 0-20 g/km

Il veicolo elettrico deve costare al massimo 50.000 euro di listino, al netto dell’IVA. Il bonus per questa categoria scadrà il 31 dicembre 2021 e sarà così ripartito:

  • 000 euro con rottamazione
  • 000 euro senza rottamazione

·       Veicoli con emissioni comprese tra 21-60 g/km

Come sopra, il veicolo elettrico deve costare al massimo 50.000 euro di listino, al netto dell’IVA. L’Ecobonus scadrà il 31 dicembre 2021 e sarà così suddiviso:

  • 500 euro con rottamazione
  • 500 euro senza rottamazione

·       Veicoli con emissioni comprese tra 61-135 g/km

Il costo d’acquisto dell’auto elettrica non dovrà superare i 40.000 euro di listino, al netto dell’IVA.

Per beneficiare di questo bonus auto elettrica 2021 entro la sua scadenza prevista il 30 giugno 2021, sarà necessario rottamare un veicolo immatricolato prima del 1 gennaio 2021. Detto ciò, il bonus prevede un contributo pari a 3.500 euro.

Infine, c’è la condizione dell’ISEE inferiore a 30mila euro che, in caso di acquisto di auto elettrica dal 1 gennaio 2021 al 31 dicembre 2021, prevede un rimborso del 40% delle spese sostenute. Il nuovo veicolo elettrico deve costare al massimo 30mila euro con potenza massima di 150 kW. Importante tenere a mente che questo bonus auto elettrica 2021 non è cumulabile con i precedenti.

Stazione di ricarica auto elettrica: cosa cambierà?

Se la presenza dell’auto elettrica in Italia è stimata in aumento, cosa ne sarà della stazione di ricarica auto elettrica? Ebbene, sempre secondo lo Smart Mobility Report 2020, nel 2030 ci saranno:

  • da un minimo di 34.000 a 73.000 punti di ricarica pubblici
  • da 1,7 a 6,3 milioni punti di ricarica di tipo privato

Considerando che oggi ci sono circa 10mila colonnine elettriche, la prospettiva futura non è poi così male. Anche se è considerata insufficiente secondo altri studi sul settore. Si dice infatti che in Europa la stazione di ricarica auto elettrica avrebbe bisogno di moltiplicarsi di 15 volte entro 10 anni se si vorrà raggiungere l’obiettivo di emissioni zero per la CO2 nel trasporto privato, fissato dalla Ue per il 2050.

Le novità ibride in casa Suzuki sulle automobili a zero emissioni

Suzuki è una delle case automobilistiche che ha maggiormente investito nello sviluppo di automobili a zero emissioni con modelli accattivanti e di alta qualità.

Sono in totale 6 le proposte ibride a marchio Suzuki che si distinguono per comodità ed efficienza, proponendosi come soluzione alternativa alla classica auto elettrica:

  • NUOVA IGNIS Hybrid
  • IGNIS Hybrid
  • SWIFT Hybrid
  • VITARA Hybrid
  • S-CROSS Hybrid
  • SWIFT SPORT Hybrid

La tecnologia Suzuki Hybrid è considerata l’ibrido del futuro grazie alla presenza di importati caratteristiche come:

  • Bassi consumi. Le piattaforme delle auto Suzuki Hybrid sono leggere e robuste, così da diminuire il peso della vettura. E questo aiuta a contenere i consumi e a migliorare l’efficienza.
  • Senza ricarica. Le ibride Suzuki non hanno bisogno di colonnine o di una stazione di ricarica auto elettrica. L’alternatore ISG (Integrated Starter Generator) ricarica infatti la batteria agli ioni di litio in fase di decelerazione.
  • Economiche. Con la gamma Hybrid vedrai la tua officina Suzuki di Milano solo per il cambio gomme e la revisione. Le auto elettriche Suzuki ti permettono infatti di risparmiare sia sul carburante sia sui costi di gestione.
  • Spaziose. Nonostante le batterie siano posizionate sotto il sedile del guidatore, tutti i modelli di ibride Suzuki si distinguono per la spaziosità degli spazi interni.

Riassumendo, quindi, un veicolo ibrido Suzuki è la scelta ideale per chi vuole:

  • spostarsi in modo ecologico
  • viaggiare agevolmente lungo le strade urbane
  • abbattere notevolmente i consumi

Inoltre, tutti i modelli Suzuki sono dotati di cerchi in lega, clima automatico, navigatore 3D, cruise control, sistemi di sicurezza attiva e molto altro. Cerca il rivenditore o l’officina Suzuki di Milano più vicino e scopri di più!

Codeghini Auto, punto di riferimento per l’auto elettrica (e non solo)

Codeghini Auto è un’officina situata vicino Melegnano che offre ai propri clienti tutti i servizi classici di un’autofficina: dal tagliando dell’auto alla rigenerazione dei fari, per esempio. E si occupa anche della vendita di pneumatici a Milano e del cambio delle gomme invernali.

In aggiunta a questa già ampia offerta di servizi e prodotti, Codeghini Auto è anche rivenditore specializzato Suzuki e officina Opel a Milano sud. In altre parole, da noi troverai i modelli più importanti nonché i più recenti immessi sul mercato delle due note case automobilistiche.

L’offerta include anche l’auto elettrica nonché le ultime novità che riguardano i modelli ibridi di automobili a zero emissioni di Suzuki. Il nostro team è altamente preparato in materia, ecco perché potrà anche offrirti il supporto che ti occorre in caso di acquisto di auto elettrica e di bonus auto elettrica 2021.

La nostra autofficina si trova a Vizzolo Predabissi, vicino a Melegnano, in provincia di Milano. Vieni a trovarci per scoprire le novità sul veicolo elettrico e sugli incentivi auto elettrica, oppure compila il form online presente sul nostro sito per contattarci.